UN BACIO A PARIGI

Nessuno è abituato a una vita di sacrifici, ma questo è il nostro ruolo. Noi donne dobbiamo onorare la nostra famiglia, dobbiamo sposarci, aiutare i nostri mariti, accudire la nostra casa e fare figli.

Sei scappata, hai vissuto come una donna moderna e hai recato grande vergogna. Adesso comportati come una donna adulta e non una bambina.

Pensavo di dimenticare e poter ricominciare tutto da zero, cancellando il mio passato per sempre.

Zahira Adbel è una ragazza di origini musulmane che è fuggita dalla sua famiglia e ha rinunciato a tutto pur di conquistare la sua libertà e non dover sposare un uomo che non ama. L'incontro con Emanuele e un viaggio da sogno a Parigi sembrano coronare i suoi sogni, ma il passato tornerà a tormentarla come un incubo e il destino ancora una volta la metterà di fronte a una nuova sfida, minacciando di spegnere per sempre ogni sua speranza.



PREFAZIONE

Negli ultimi decenni, in Italia e in tutto l'Occidente, a seguito degli sconvolgimenti che hanno interessato il mondo politico e sociale, sono stati pubblicati diversi libri ispirati alla questione mediorientale, all'islamizzazione europea e all'integrazione, ai mutamenti generati dalla rivoluzione islamica di Khomeini, ai fondamentalismi islamici, all'Isis, alla guerra in Iraq e al conflitto arabo palestinese nella striscia di Gaza, sotto il controllo di Hamas, movimento politico islamico radicale di ispirazione religiosa. Molte testimonianze, scritte da autrici donne e musulmane, che hanno raccontato la propria storia e la condizione femminile in Medio Oriente, la forte catechesi islamica cui sono sottoposte, il rapporto con la propria identità culturale, il confitto con le famiglie di origine, la difficoltà di sopportare le restrizioni e le limitazioni alla propria libertà, il bisogno di fuggire da una dittatura opprimente, il rapporto con l'Europa e il moderno Occidente, la lotta per combattere gli stereotipi e conquistare diritti fondamentali eppure irraggiungibili, sono arrivate fino a noi.

Zahira Adbel, protagonista del romanzo Un bacio a Parigi, è una di loro: figlia di una cultura repressiva, che nega il diritto di scegliere per sé e impone il rispetto delle leggi della shari'ah islamica e della sunnah, a costo di sacrificare tutto.

Questa giovane donna, che vive in Italia e oggi è affermata segretaria in uno studio legale, è riuscita a sfuggire al controllo della famiglia d'origine e al dovere di adempiere a un matrimonio combinato quando era appena adolescente. Non ha accettato di diventare "merce di scambio", ha deciso di realizzare se stessa, rifiutando quella sottomissione a cui sono state obbligate sua madre, le sue sorelle e moltissime altre donne. Ma il passato tornerà presto a bussare alla sua porta: il viaggio da sogno a Parigi, tra le bellezze della capitale francese e lo sbocciare del forte sentimento per Emanuele, rischia di trasformarsi in un incubo. Quell'insubordinazione che l'ha resa libera potrebbe costarle la vita e privarla di tutte le certezze che ha fin qui conquistato e della libertà di vivere l'amore da sempre sognato, chiudendola per sempre dietro le sbarre del silenzio e della non-vita.


Informazioni editoriali Cartaceo 13.80 Euro

  • Editore ‏ : ‎ CTL (Livorno) (15 luglio 2021)
  • Lingua ‏ : ‎ Italiano
  • Copertina flessibile ‏ : ‎ 88 pagine
  • ISBN-10 ‏ : ‎ 8833873463
  • ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8833873466

ACQUISTABILE: